CNOS-FAP allo Stadio Piola di Vercelli per le finali del II Trofeo Don Bosco

Lunedì 7 maggio il CNOS-FAP di Vercelli, la scuola professionale dei salesiani, ha concluso la seconda edizione del Trofeo don Bosco allo stadio Piola alla presenza dell’Assessore allo sport Andrea Coppo e dell’Assessore alle Politiche sociali Gabriella Ranghino. Erano coinvolti i cinque centri dell’area del Piemonte orientale di Vercelli, Alessandria, Serravalle Scrivia, Vigliano Biellese e Muzzano. La finale per il terzo e quarto posto si è disputata tra Vercelli e Serravalle Scrivia mentre per il primo e secondo posto tra le squadre di Vigliano Biellese e Alessandria.

Hanno accompagnato le squadre anche alcuni compagni che hanno ravvivato la mattinata con un po’ di sano tifo. Le partite si sono svolte correttamente in un clima di festa dove i protagonisti erano lo sport e i giocatori. Così come voleva don Bosco per i suoi ragazzi, anche allo stadio Piola i giovani del Cnos-Fap si sono impegnati a fondo per vincere le partite ma hanno saputo anche divertirsi accettando la sconfitta.

Uno striscione portato dal CNOS-FAP di Alessandria recitava così: “Perdiamo o vinciamo, campioni tutti siamo”.
Questo è lo spirito salesiano; lo sport come la vita, imparare ad accettare le sconfitte, le difficoltà che la vita ci mette davanti, e lottare per superarle puntando tutto sulle qualità migliori che ciascuno di noi ha ricevuto in dono. Questo è il messaggio che abbiamo voluto regalare ai nostri giovani con questo evento realizzato in uno stadio importante e storico come il Piola di Vercelli, perché anche per i ragazzi diventasse un momento memorabile che ricorderanno per tutta la vita. Inoltre, una bella occasione in cui alcuni ragazzi si sono sentiti “onorati” di aver potuto giocare una partita su un campo dove hanno giocato calciatori famosi. Ringraziamo per questa opportunità la disponibilità dei dirigenti della Pro Vercelli, in particolare Stefano Bordone, direttore generale della FC Pro Vercelli, La Marca Vincenzo e Casalino Giorgio.

Alla fine, sono importanti anche i risultati Vercelli/Serravalle Scrivia 6 a 1:  Alessandria/Vigliano Biellese 3 a 0. Vince la seconda edizione del “Trofeo don Bosco” il Cfp di Alessandria. Bravi i nostri vincitori!!!

Risultati delle due finali e marcatori:

Finale 3° e 4° posto

Serravalle 1 (marcatore il 4″ che anche vinto il premio come miglior giocatore)
Vercelli 6 ( marcatori 14, 17 ha segnato 2 reti, 9, 11, 5)

Finale 1° e 2° posto

Alessandria 3 ( autgol, 11 ha segnato 2 reti) (il portiere del Vigliano ha parato un calcio di rigore al n° 5 di Alessandria!)
Vigliano 0

Massimo De Donatis

Gallery fotografica

Anche il CNOS-FAP di Vercelli alla 47 edizione del concorso “Ricciolo D’oro”

Domenica 25 febbraio, il CNOS-FAP ha partecipato alla 47 edizione Ricciolo D’oro un concorso internazionale per hairtalent parrucchieri. Una manifestazione nata per far superare ai giovani professionisti la paura del giudizio del pubblico, tenutasi presso il comune di Castione in Svizzera. Le tematiche del concorso di quest’anno raccontano la donna, fantasy che evoca l’immagine di madre natura raffigurata attraverso i 4 elementi: terra, aria, acqua e fuoco. I ragazzi del Centro di Formazione Cnosfap di Vercelli hanno partecipato all’evento mostrando le loro qualità e le loro capacità. Durante tale competizione i nostri ragazzi hanno affrontato varie prove: dall’esecuzione di un raccolto, al taglio e brushing trend; attraverso le loro espressioni creative hanno messo in risalto loro stessi e il nostro Centro di Formazione. Questi gli ottimi risultati:
Alessandro Merlo 7 posto taglio + brushing
Andrea Cotu 9 posto taglio + brushing
Alexia Di Benedetto 9 posto taglio + brushing
Leticia Enrique 10 posto, acconciatura FREESTYLE.
Cinzia

Cronaca di una bellissima esperienza!!!!!

PROGETTO ERASMUS
Cambridge 14-20 gennaio 2018

Su invito del Regional College of Cambridge, il Centro CNOSFAP Vercelli ha avuto la preziosa opportunità di partecipare ad un programma di scambio culturale e formativo internazionale denominato “Progetto di mobilità”, che si è tenuto nel mese in corso a Cambridge, e che ha interessato alcuni allievi e insegnanti del nostro centro.
Gli studenti hanno potuto confrontarsi con le realtà e le tecniche di insegnamento anglosassone, oltre a prendere maggiore dimestichezza con le terminologie in lingua inglese; i docenti sono stati a loro volta coinvolti in un interessante percorso di formazione proposto dall’Università TAMK di Tampere, Finlandia, con l’obiettivo di analizzare nuovi strumenti e idonee attività per studenti che necessitano di speciali supporti.
All’interno del progetto Erasmus Plus CSTEPS, due nostri allievi del quarto anno, iscritti al corso professionale “Tecnico riparatore di veicoli a motore”, grazie alle iniziative proposte dal centro sono stati coinvolti in attività di gruppo “brainstorming”, ossia condivisione di esperienze personali ed esercizi specifici volti a sviluppare sia la fantasia applicata alla pratica che l’utilizzo e la confidenza con la lingua inglese.
Il gruppo degli allievi partecipanti, composto da giovani provenienti da Italia, Repubblica Ceca e Finlandia accompagnati dai relativi insegnanti formatori, è stato accolto con grande affetto e spirito di collaborazione fondati su valori comuni quali rispetto reciproco, resilienza e generosità.
Particolare risalto è stato dedicato alle caratteristiche peculiari delle attrezzature del centro, con specifica attenzione alle officine meccaniche, alla falegnameria e infine ai saloni di bellezza e alle cucine.
Degno di nota è stato il riscontro positivo da parte dei partecipanti in merito ad alcune tematiche quali il confronto propositivo, l’apprendimento reciproco, e la conseguente maggiore versatilità rispetto al mondo del lavoro.
A cornice di questa fantastica esperienza ricordiamo i felici momenti di svago e divertimento vissuti nell’approccio alla cultura britannica in un clima amichevole e familiare.

Maria Bissacco

CNOS-FAP: percorsi diversificati per una “buona” occupazione

La presenza salesiana sul nostro territorio non ha praticamente bisogno di presentazioni grazie al radicamento storico che il messaggio di don Bosco ha raggiunto in tutto il Vercellese.

Nel capoluogo il carisma salesiano si traduce anche in un’offerta formativa che, attraverso CNOS-FAP, raggiunge ogni anno centinaia di ragazzi, ma anche di adulti, alla ricerca di competenze adeguate per affrontare il mondo del lavoro e la vita a 360 gradi.

CNOS-FAP opera a Vercelli da più di 40 anni e, nel corso del tempo, ha conosciuto molti processi evolutivi che hanno condotto la struttura di corso Randaccio a essere un centro di formazione all’avanguardia: qui i ragazzi in possesso di licenza media possono assolvere l’obbligo d’istruzione conseguendo una qualifica in  diversi campi professionali. Una volta raggiunta la qualifica il percorso può proseguire frequentando un quarto anno che dà accesso al diploma.

Per tutti i corsi è previsto lo snodo fondamentale del rapporto con il mondo delle imprese in modo da creare un legame con le reali esigenze del mercato del lavoro. Gli strumenti per favorire l’incontro tra domanda e offerta di occupazioni sono molteplici: apprendistato, tirocini, corsi e attività post diploma, ecc. Inoltre presso il centro CNOS-FAP è stato attivato uno sportello dei Servizi al lavoro che aiuta, orienta e favorisce la ricerca del lavoro da parte di tutti gli utenti che vi si rivolgono.

Tra i corsi completamente finanziati con fondi pubblici e quindi offerti gratuitamente agli utenti segnaliamo quelli della direttiva Mercato del lavoro, rivolti ai disoccupati con la prospettiva di superare tale condizione attraverso processi di riqualificazione. I corsi in partenza sulla Mercato del lavoro cono tre: Conduttore programmatore di macchine utensili a controllo numerico, Collaboratore di cucina e Aiutante impiantista, tutti con una importante quota oraria di stage in azienda. Particolarmente ricco il catalogo del centro CNOS-FAP vercellese sul fronte della Formazione continua individuale: si tratta di proposte corsuali con un numero più contenuto di ore rivolto a lavoratori già occupati che vogliano affina re le proprie competenze o acquisirne di nuove. In base a determinate caratteristiche l’accesso a tali itinerari possono essere intrapresi accedendo a un voucher che abbatte il costo di iscrizione che, comunque, non supera i 550 euro. I corsi di Formazione continua individuale attivati quest’anno da CNOS-FAP sono ben 12: particolarmente interessante quello mirato a trasferire ai partecipanti “elementi di restauro ligneo”, della durata di 40 ore, ma stanno catalizzando la curiosità di molti vercellesi i corsi nell’area della ristorazione; “Tecniche di cucina di base”, “Tecniche di cucina avanzate”, “Collaboratore di cucina” e “Tecniche di pasticceria da ristorazione”. La gamma delle proposte si completa con i corsi di “Tecniche di doratura”, “Tecnologie Cad 2D”, “Tecnologie Cad 3D”, “Modellazione solida e stampa in 3D”, “Segnali di allarme del disturbo grafo-motorio”, “Tecniche di manutenzione impianti di refrigerazione” e “Tecniche di acconciatura: il benessere nell’acconciatura oncologica”.

Insomma visitando la sede CNOS-FAP di corso Randaccio, 18 a Vercelli è possibile avere tutte le informazioni sul catalogo dei corsi e sulle opportunità di crescita professionale e umana, senza mai dimenticare il forte messaggio spirituale generato dall’insegnamento.

Ricciolo d’Oro: un evento unico!

Si è appena conclusa la 46° edizione del Ricciolo d’Oro, il primo Hair Talent della Svizzera Italiana, concorso internazionale per apprendisti e professionisti che ha coinvolto ospiti di fama internazionale e parrucchieri provenienti dalla Svizzera e da ogni parte dell’Italia.
“I Love my Queen”, è questo il nome dell’edizione del 2017 del Ricciolo d’Oro, che si è svolto presso la Sala Eventi di Eventmore a Castione ed è stato un successo, frutto dell’impegno e della passione del Comitato Organizzativo.
Lo scopo della gara, che coinvolgeva i giovani talenti, era quello di raccontare, attraverso la realizzazione di hairlook originali e creativi, la propria idea di regina o principessa.
Quest’anno anche alcuni/e allievi/e del corso “OPERATORE DEL BENESSERE – Acconciatura” del CNOS FAP di Vercelli hanno potuto parteciparvi ricevendo, per le acconciature realizzate, apprezzamenti da parte della giuria ed ottenendo ottimi risultati.
Nella categoria “Secondo anno, Raccolto Nobile”
Rebecca Lupo, CNOS FAP Vercelli
Nella categoria “Terzo anno, Taglio / Brushing”
Alexia Di Benedetto, CNOS FAP Vercelli
Nella categoria “Taglio Uomo”
Shkoza Xhuljana, CNOS FAP Vercelli
Nella categoria “Apprendisti Freestyle – I Love my Queen”
Chiara Martinasso, CNOS FAP Vercelli
Nella categoria “Taglio Uomo” ottimo risultato anche per l’allievo Manuel Alberti del Centro CNOS FAP di Muzzano che ha ottenuto il sesto posto.
Un ringraziamento particolare alle Formatrici esperte del settore benessere La Rocca Cinzia e Ramella Roberta per la passione educativa e professionale.

Ricciolo_1

Ricciolo_3

Ricciolo_2