La nostra storia

ORIGINI dell’opera Salesiana

I Salesiani di Don Bosco assunsero l’assistenza religiosa del popoloso borgo a nord della Città di Vercelli chiamato “Belvedere” nel 1912. Nel 1902, un sacerdote Diocesano iniziò l’opera in questo rione con l’inaugurazione della Cappella San Pancrazio e con l’avvio dell’oratorio in un prato nei pressi della Ferrovia. Tra il 1908 e il 1912 fu costruita la bella chiesa dedicata al Sacro Cuore. Le cronache attestano che questa chiesa “crebbe come per incanto in tempi difficilissimi”, per soddisfare le necessità della crescente popolazione del Borgo e per generosa iniziativa dell’arcivescovo Monsignor Teodoro dei conti Valfrè di Bonzo, con gli aiuti economici del Papa San Pio X, della famiglia Reale, di Nobili Vercellesi e della Popolazione. Il Disegno è dell’Ing. Canetti il quale, ispirandosi alle linee del bel S.Andrea, creò una vera opera d’arte. La Nuova Parrocchiale venne benedetta il 16 febbraio 1912 e affidata dalla Diocesi in perpetuo alla congregazione Salesiana con l’assenso del Rettor Maggiore don Paolo Albera con atto del 4 novembre 1912. In questo anno giunse il primo salesiano, don Gaggiano, ebbe l’incarico di guida religiosa del Belvedere. Le cronache riferiscono che l’incontro fu commovente: don Rossi, forte del suo motto “datemi delle anime”, affidava il Borgo a don Gaggiano che lo riceveva con firma di garanzia Salesiana. Il primo Direttore e Parroco fu don Natale Signoretti il quale fece il solenne ingresso il 17 Novembre 1912. Incrementò le opere acquistando la casa per le figlie di Maria Ausiliatrice, si migliorarono i locali e nel 1920 si avviarono le Scuole Elementari.

ORIGINI della Scuola Professionale

La Scuola Professionale ebbe il suo avvio con il primo corso nell’anno scolastico 1946/47 per l’intraprendente iniziativa del parroco don Tomè e del Salesiano Laico Vincenzo Diana. L’avvio del progetto di educazione e di preparazione al lavoro, affiancato al progetto educativo oratoriano ebbe tanto successo che, nel secondo anno scolastico 1947/48, gli allievi risultavano 54, il doppio dell’anno precedente. Il parco macchine a disposizione era costituito da un Tornio cono puleggia, un Trapano a colona, una limatrice, un seghetto meccanico e i posti morsa.

Evoluzione della STRUTTURA

Il momento di maggior espansione della struttura scolastica si ebbe nel 1970 con l’inaugurazione da parte dell’allora ministro del lavoro, l’Onorevole Donat Cattin, del nuovo fabbricato per il laboratorio di Meccanica di 1600 m2, con annessi i cortili di gioco. Dal 1972 è stato riconosciuto il C.F.P. con D.P.R. del 15 gennaio 1972 n° 10, con il coordinamento e le disposizioni della Regione Piemonte. Negli anni 80 è stato approntato il laboratorio di AUTOMAZIONE (Pneumatica, Oleodinamica, Elettropneumatica e PLC. Nel 1985 entrò a far parte delle attrezzature del laboratorio di meccanica il TORNIO a Controllo NUMERICO. Nel 1986 è stata attrezzata la prima aula Informatica con PC APPLE II. Nel 1989 è stato acquistato il nuovo Centro di lavoro. Nel 1992 è stato sostituito nel laboratorio di meccanica il precedente tornio a controllo numerico con un altro più moderno. Inoltre è stata aggiunta una stazione CAD-CAM collegata alle macchine a Controllo Numerico. Nel gennaio 1999 è stata inaugurata una seconda Aula informatica, dotata di 20 PC Multimediali e collegati in rete con Videoproiettore. Nello stesso anno si è dotato il laboratorio di Automazione di un aula informatica con PC collegati in rete ai PLC. Nel 2001 è stata inaugurata una terza Aula informatica, dotata di 20 PC Multimediali e collegati in rete con Videoproiettore.
Nel 2003 vengono realizzate opere di ristrutturazione della ex sala mensa per realizzare uno spazio tecnologico con quattro aule di informatica dotate di postazioni multimediali.
Successivamente nel 2005 viene realizzato a supporto dell’attività svolta nel laboratorio meccanico un laboratorio tecnologico dotato di macchina per prova a trazione, macchina per prova di resilienza, macchine per prove di durezza, forni per trattamenti termici.
Per soddisfare le richieste formative vengono implementati diversi settori:
nel 2008 il settore elettrico che soddisferà sia la parte civile che industriale
il settore dei Serramentisti in alluminio
il settore della Meccanica dell’autoveicolo
il settore del Benessere-Acconciatura
nel 2011 aumenta il numero delle macchine a Controllo Numerico con l’acquisto di un nuovo tornio a CN.
Nel 2012 viene inaugurato il secondo laboratorio per acconciatori.
Tutto questo grazie ai direttori che si sono sempre impegnati nella ricerca del nuovo per garantire l’innovazione e ai formatori, che si sono sempre impegnati nell’aggiornamento costante per garantire una proposta formativa capace di rispondere alla richiesta di formazione.