Al Cnos-Fap di Vercelli è finalmente partito il IV anno!

Tifosi

Da pochi giorni è infatti iniziato il percorso per Tecnici per la conduzione e la manutenzione di impianti automatizzati, un’occasione formativa preziosa che darà la possibilità agli allievi ammessi, di conseguire il Diploma Professionale quadriennale. In perfetta sintonia con le direttive europee che consentono negli altri paesi dell’Unione di conseguire il Diploma in quattro anni, Cnos-Fap è felice di poter allargare ulteriormente la propria proposta formativa sul territorio vercellese, andando ad implementare i percorsi di qualifica professionale biennali e triennali, con un significativo salto di qualità.
Il percorso sarà impegnativo per i ragazzi. Sia dal punto di vista culturale sia dal punto di vista professionale, le materie di studio richiederanno particolare attenzione e responsabilità. L’apprendimento dall’esperienza sarà costantemente accompagnato da momenti di rielaborazione, approfondimento e sistematizzazione teorica. Grande rilievo sarà dato alla possibilità di allenare e potenziare le competenze di progettazione, di innovazione-ottimizzazione e di sviluppare il senso di autonomia e responsabilità. La connessione con il mondo del lavoro sarà coltivata passo, passo, attraverso la collaborazione sinergica con le aziende e la realizzazione da parte di ogni allievo di un project work in uno specifico contesto aziendale. Sapere, saper fare, saper essere: l’intreccio di queste dimensioni costellerà l’intero percorso formativo. Gli allievi che arriveranno al Diploma non saranno più solo degli Operatori qualificati, bensì dei Tecnici destinati in azienda a diventare riferimento e guida per gli operatori esecutivi.
Insomma, un’avventura speciale resa possibile dal finanziamento della Regione Piemonte, dal riconoscimento del Ministero della Pubblica Istruzione e dalla rete di coprogettazione che Cnos-fap a livello regionale è riuscito ad attivare tra tutti gli Enti che offrono il Diploma Professionale.
Cosa ne pensano i nostri allievi:

Valentina Rinaldin